L’estate sta finendo- Tubino rosa con colletto in pizzo

Buongiorno a tutti, 

Siamo alle ultime battute dell’estate 2016, e dato che settembre ormai è il nuovo capodanno si tirano le somme in vista dei nuovi inizi. 


La mia estate si divide in due: fino al 19 luglio ho studiato come mai prima perché mi sono misurata con l’esame più difficile fin ora, per la mole di cose da sapere ma soprattutto per ciò che c’era in ballo; nessuna seconda occasione, bisognava farcela e bene per cambiare vita, e chiudere un anno e mezzo di sacrifici e cambiamenti e incertezza. 


Dopo il 19 luglio sono iniziate le ferie e ho ripreso a cucire: questo è il primo abito realizzato dopo aver accantonato i libri, per questo l’ho scelto per questo post. Mi sto cimentando in progetti complicati e sto sperimentando molto. 


Quest’anno non siamo partiti perché siamo impegnati con la ristrutturazione di quella che a gennaio era un rudere e che dovrebbe diventare casa nostra tra qualche mese! È stato un viaggio interessante, vedere i lavori andare avanti, tutto prende forma e diventa Casa. Non è ancora finita ma si inizia a vedere la meta!


Per settembre ho in mente piccole e grandi rivoluzioni, a partire dal cambio del taglio di capelli, vorrei iscrivermi in palestra, attendo di iniziare il nuovo lavoro, traslocheremo… Tutto sempre in compagnia della macchina da cucire! 

Olsen Dress by Salme: cartamodello gratuito di abito estivo con elastico in vita

Buongiorno a tutti,

Eccomi con una nuova creazione perfetta per la calura del mese di agosto: un fresco abitino in Batista a fantasia, con elastico in vita. 


Il cartamodello è disponibile gratuitamente Online: basta iscriversi alla News Letter di Salme Pattern (Click qui) per ricevere l’email di benvenuto con il link per il download. Fino al 14/8 inoltre ci sono un sacco di modelli in PDF scontati, e io ho fatto scorta😀

Il modello è un abito a girocollo senza maniche:

Io ho apportato alcune modifiche al modello originale ampliando il girocollo davanti e aggiungendo le maniche ad aletta increspate da alcune pieghe sul davanti.


Nel complesso utilizzare questo pattern è stato molto semplice: le spiegazioni sono chiarissime e sono inclusi i margini di cucitura nel tracciato, per cui niente punti molli! Se avete qualche difficoltà con la lingua, qui trovate il glossario dei principali termini tradotti in italiano

Mi sono molto divertita con questo modello, e nel complesso mi piacciono moltissimo tutte le proposte di Salme come designer. Ha un gusto molto vicino al mio, e sono abiti che comprerei senza pensarci due volte in negozio.


La stoffa che ho utilizzato è un fine serie di Tessuti Severino acquistato in saldo sul mercato: questo è davvero un abito low cost ma di grande effetto. La fantasia valorizza molto il modello semplice e lineare e i colori fanno subito estate. Per questo modello dovete scegliere una stoffa leggera e fluida, perchè il taglio morbido altrimenti si perderebbe completamente.

 

Refashion: raccolta di idee originali e tutorial

Ciao a tutti,

Visto il successo dei miei post sul restauro della giacca di pelle e della gonna col pizzo, ho pensato di raccogliere per voi altre idee originali per il refashion degli abiti. Sto lavorando ora al refashion di alcuni capi utilizzando le passamanerie di Castelstore, di cui presto vi mostrerò i risultati! Mi ha sempre affascinato il refashion, e credo che il programma di real Time abbia contributo ad avvicinarmi al cucito! Alessandra Impalli è sicuramente un punto di riferimento, e ha un modo di illustrare i progetti chiaro ed esaustivo. Sul sito di realtime tv trovate tutte le puntate e i video dei refashion. Ho letto molte persone entusiaste dei suoi corsi, dove si rinnovano non solo i vestiti ma anche le scarpe, e mi piacerebbe un giorno partecipare a un suo workshop. Qui trovate ulteriori informazioni.

Un progetto individuato su internet che prima o poi voglio assolutamente provare è questo: io adoro i peplum top, e fatico a trovarli in giro. Se posso realizzarne uno con una vecchia maglietta blu tanto meglio no?

Merrick’s art ci spiega anche come aggiungere le maniche a un abito senza maniche e come rinnovare l’orlo di una t-shirt: sul suo sito trovate tantissime idee!

Su Pinterest ho trovato questo bellissimo progetto che parte da una vecchia camicia della mamma per realizzare un top originale e vivace: geniale!

Sempre partendo da una camicia, questa volta da uomo, su Pinterest troviamo alcune idee originali:



 

Insomma le idee non mancano, e internet è un’ottima fonte: spero di avervi ispirato a provare a dare nuova vita a qualche capo dimenticato. Un consiglio che mi sento di darvi però è di valutare sempre se il gioco vale la candela: il refashion richiede tempo, impegno, e non è semplice come può apparire a prima vista. Prima di cominciare un progetto che abbandonerete a metà o magari terminerete anche mesa che non indosserete comunque mai perchè non vi soddisfa chiedetevi se ne vale la pena. Valutate lo stato del capo di partenza, la qualità del tessuto e se il materiale vi piace: se odiate il verde piuttosto regalatela quella maglietta da uomo di quel colore che volete rinnovare! La scelta deve essere al pari dell’acquisto di un nuovo tessuto: se non vi convince non fatelo, regalate il capo, donatelo in beneficienza piuttosto. Non sareste mai soddisfatte del risultato!

 

 

Refashion – utilizzo del pizzo

Buongiorno! Ultimamente sto utilizzando spesso il pizzo per rinnovare capi del mio guardaroba. Avevamo già  parlato della giacca di pelle, oggi rieccomi con un’altro progetto.

img_0653-1
Scommetto che non la riconoscete: è la prima gonna a mezza ruota che avevo realizzato, rinnovata col pizzo avanzato che ho utilizzato per l’abito del matrimonio! (nel link trovate il cartamodello per realizzarla da zero!) (qui l’abito del matrimonio se ve lo siete perso)

DSC_4621r

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ho recuperato il cartamodello della gonna e ho ritagliato il pizzo della stessa forma.

Poi ho semplicemente cucito il successivo strato riprendendolo nella cucitura dietro e nell’attaccatura della cintura. Dopodiché ho cucito l’orlo ripiegandolo su quello esistente.

Avevo pensato anche di orlare autonomamente lo strato di pizzo, ma faceva difetto, creava sbuffi strani.

In ogni caso, adoro il pizzo e adoro questi lavori: ho tantissime idee per rinnovare molti capi del mio guardaroba! Che ne pensate? Vi piace il refashion?

Abito da cerimonia in pizzo blu -Evviva gli sposi!

Buongiorno, 

Come vi avevo anticipato ieri sulla pagina, finalmente ho sfoggiato l’abito che ho cucito per il matrimonio di Martina e Gian Paolo! 


Ho iniziato a pensare a quest’abito a gennaio, e dopo mille cambi in corsa eccolo qui: da subito ero certa di volerlo lungo, ma ero partita con dello chiffon, poi volevo un’altro colore, poi non ero sicura. I miei dubbi sono spariti quando ho visto la stoffa di tessuti Severino: questo pizzo era perfetto!


L’abito è caratterizzato da uno scollo realizzato a taglio vivo sagomando le margherite nel girocollo. Il vestito si compone di due parti: un tubino svasato in rasatello blu (il modello è quello della Scuola Vezza che mi avete visto realizzare già altre volte) e in una tunica di pizzo lungo fino ai piedi.


Ho applicato le margherite anche nel girocollo del tubino, per impreziosirlo: di lui parleremo più dettagliatamente nel prossimo post! 


Ho scelto di fare un abito anziché una semplice fodera per poter sfruttare la mia creazione anche nelle occasioni di tutti i giorni, senza la tunica di pizzo. I tubini nell’armadio non bastano mai!
Nonostante il caldo torrido non ho sofferto eccessivamente: il pizzo si è rivelato una scelta azzeccata anche in questo senso!


Ho fatto l’orlo tarato sulle scarpe basse in modo da potermi liberare dei tacchi senza inciampare ogni due secondi. 


Sono contenta di aver creato questo abito per questo giorno speciale: marty è la prima amica che si sposa ed è stato davvero emozionante ritrovarci tutti non in università ma in chiesa a un matrimonio. Agli sposini auguro tanta felicità e un sereno avvenire: penso che tuttavia non abbiano bisogno dei miei auguri perché, quando stai bene con una persona, basta quello per esser felici. 

Auguri marty e giampy!!!

Glossario dei termini di cucito italiano – inglese e convertitore misure da pollici (inch) e yard

Online potete trovare moltissimi cartamodelli gratis in Inglese (questi sono gli ultimi link che ho messo): tuttavia non è semplice comprendere i termini specifici.

2014-05-18 20.09.36

Per aiutarvi nella lettura delle istruzioni, fase fondamentale per non commettere errori e mandare all’aria ore e ore di lavoro ecco un breve glossario.

INGLESE –  ITALIANO

Baste Imbastitura

Bias Sbieco

Bias binding Nastro in sbieco

Bias tape Nastro in sbieco

Blindhem Orlo invisibile

Blindsticht Punto invisibile

Chalk Gesso

Dart Pince

Easestitch o gathering stitch Cucitura fatta a macchina per arricciare (la nostra filsa)

Edge Stitching Impuntura eseguita molto vicina a un bordo

Facing Paramontura

Fit Vestibilità

Flat fell seam Cucitura ribattuta

French seam Cucitura alla francese

Grain Drittofilo

Hem Orlo

Jersey/Stretch Needle Ago per maglina/ ago stretch

Lined Foderato

Lining Fodera

Needle Ago

Notch Marca, punti molli, segno

Pattern Cartamodello

Pin Spillo

Presser foot Piedino  della macchina da cucire

Right side Dritto

Ruffle Balze

Seam cucitura

Seam allowance Margini di cucitura

Seam edge Bordo di cucitura

Seamline Linea di cucitura

Serger Macchina taglia e cuci

Sewing machine Macchina da cucire

Side Lato

Size Taglia

Staystitch Cucitura fatta all’interno del margine di cucitura su parti curve o angolari del capo per dare stabilità. E’ assimilabile a quando ribattiamo i margini per evitare che si sfilaccino

Stichingline Linea di cucitura

Stitch Punto

Thread Filo

To fold Piegare

To clip Tagliare con forbici

To gather Arricciare/ Increspare

To press Stirare

To ruffle Arricciare

To serge Rifilare

To sew cucire

Understitch Cucitura non visibile al dritto, si fa quando si cuce un cinturino o una paramontura e si ripiega.

Wrong side Rovescio

Qui potete scaricare il glossario e una piccola tabella di conversione da pollici e iarde stampabili.

Un secondo problema infatti sono proprio le misure: cosa sono i pollici (Inch in inglese) e le iarde (Yard in inglese)? A cosa corrispondono? Per convertire i pollici in cm dovete dividere per 2,54. Un pollice  infatti corrisponde a 2,54 cm. Per convertire le iarde in metri dovete dividere per  0,91. Una iarda è pari a 0,91 m. potreste trovare come misura 3/8 inch nei margini di cucitura: essa corrisponde a 0,95 cm. Su google trovate il convertitore per convertire velocemente la tabella delle taglie, cercando semplicemente convertitore misure o direttamente la misura da voi desiderata con questa sintassi 45 inch cm.

IMG_1129-1

Bhe che aspettare? ora avete tutti gli strumenti per divertirvi con i nuovi Pattern!

Harper Blouse from Spit Up & Stiletto- Cartamodelli Gratis

Buongiorno a tutti,

Oggi mi sono cimentata con un cartamodello di Spit up and Stilettos, brand che ora è diventato Sadi and Sam e si occupa prevalentemente di cartamodelli per bambini. Quando Lauren ha cambiato la linea ha reso disponibili gratis i cartamodelli da donna: io li ho scaricati e dopo molto finalmente ho cucito la mia Harper blouse.

Senza titolo-1

 

Lauren è una designer eccezionale: i modelli sono semplici ma originali, realizzati con cura e corredati da istruzioni dettagliate. E’ impossibile sbagliare. Ricordate che i cartamodelli includono i margini di cucitura: quindi niente punti molli!

DSC_0233-1

I cartamodelli sono in inglese e le misure sono in pollici. Armatevi di convertitore pollici – cm e divertitevi con le misure. Per aiutarvi nella comprensione delle istruzioni ecco un breve glossario:

DSC_0230-1

 

la blusa è molto ampia ed è stata realizzata in una seta leggera. Ho lasciato il giromanica con lo sbieco a vista. Per cucire il collo seguite bene le istruzioni: la blusa va arricciata sul davanti attaccando il collo.

DSC_0237-1

L’ho indossata con una cinturina che sottolinei la vita e i jeans: è ottima per i caldi pomeriggi estivi.

DSC_0236-1

A questo link potete scaricare il cartamodello della Harper Blouse e altri bellissimi capi: top, pantaloni, gonne, vestiti, ecc.

Alyson Skirt – gonna con pieghe e cintura (modello tulipano)
Alyssa – abito dritto in jersey

Atalie – blusa maniche corte con bottoni

Caroline – camicia

Diana Cami – canotta

Elizabeth Dress – abito con gonna ampia e corpetto in due stoffe differenti: sarà il mio prossimo progetto

Emilie Skirt – gonna godet, tipo una mezza ruota

Emma Pant – pantaloni skinny

Gabrielle – blazer

Harper Blouse  – bhe ve ne ho parlato fin ora🙂

Isabella Tank – canotta

Matilda – leggins

Rylie – tote bag

Sandra – top con peplo

Sumer Slip – top con spalline intrecciate

Bhe che dirvi? avete solo l’imbarazzo della scelta tra i modelli che vi ho postato. Buon cucito!

 

Come aggiustare / riparare una giacca di pelle

Buonasera ragazze, 

Stasera vi racconto come ho aggiustato la mia amata giacca di pelle, compagna di mille avventure che ha mostrato qualche segno di cedimento. 


Questo è il classico danno da usura, la pelle mangiucchiata: tipicamente compare nel collo o nelle spalle, in corrispondenza della tracolla della borsa. Come rimediare e evitare il tuffo nel bidone alla giacca? 


Basta un po’ di pizzo in tinta e 10 minuti di tempo: ritagliare il pizzo della stessa forma che volete ricoprire con un leggero margine e iniziate a cucirlo a mano. La parte che volevo ricoprire, lo sprone dietro, è una sorta di trapezio. 


Occhio a non pungervi, la pelle è molto resistente e spingendo è facile bucarsi, soprattutto se non usate il ditale come me! 



E questo è il risultato: in 10 minuti passerete da una giacca da buttare a una giacca nuova di zecca! Oltretutto il dettaglio di pizzo è davvero particolare, e varrebbe la pena di aggiungere l’inserto a prescindere dal buco. Vorrei mi fosse venuto in mente prima!

Blusa primaverile in seta con cintura in ecopelle e perline

Ciao a tutti,

finalmente le acque si stanno calmando e sto riuscendo di nuovo a cucire qualcosa per me oltre all’abito per il matrimonio della mia amica, con cui procedo un passo per volta con calma (e ho già cambiato progetto in corsa 3 o 4 volte -.-”). Ho finalmente terminando questa blusa, e ne sto realizzando un’altra in questi giorni: sarà che dopo l’estate delle gonne avremo l’estate delle bluse? Chi lo sa! In verità ho anche progetti più ambiziosi, qualche abito e un’altra cerimonia in vista per settembre.

Bhe, bando alle ciance, ecco la mia ultima creazione:

DSC_0795 (2)

 

Ho realizzato questa blusa seguendo il cartamodello della Fleur Bleue, un modello morbido con maniche a kimono e taglio in vita. Nel taglio in vita ho inserito la passamaneria di Castelstore: la trovate qui. E’ un bellissimo modello con paiettes e inserti in ecopelle. Si sposa a meraviglia col colore della seta, trovata nel meraviglioso Cestone degli Scampoli di Vico della Casana a Genova l’estate scorsa. Vi ho già parlato della marea di stoffe accumulate che sto cercando di smaltire?😀 In vista del nuovo trasloco vorrei spostare qualche abito in più e qualche pezzo di stoffa in meno, per cui mi sto impegnando ad acquistare stoffa solo quando è il progetto a richiederlo disperatamente e non ho nulla di utilizzabile in casa (per esempio per l’abito da cerimonia ho dovuto fare così).

DSC_0569 (2)

Potete notare come il modello scenda molto morbido sulle spalle: è consigliabile quindi dotarlo di due laccetti nascosti per appenderlo. Aggiungendo la passamaneria rigida, diventa essenziale inserire una cerniera sul fianco, altrimenti il modello stringe troppo in vita e per infilarlo servono mosse da contorsioniste. Non inserendo la passamaneria la cerniera era comoda ma non essenziale: l’altro top lo infilavo tranquillamente anche senza aprirla.

DSC_0575 (2)

Questa volta ho fatto le foto in esterni: ne ho approfittato durante un set organizzato con mia sorella e Roberta, dopo molti scatti da fotografa abbiamo fatto cambio e mia sorella è passata dietro l’obiettivo. La fotografia è una mia grandissima passione, che ultimamente ho un po’ trascurato a causa di questo movimentassimo anno che mi sto pian piano lasciando alle spalle. Studiare e lavorare contemporaneamente prosciuga ogni energia, e diventa difficile poi trovare la voglia di passare qualche ora di tempo libero a PC a ritoccare foto. Riuscivo a cucire per distrarmi, perché era un’attività manuale e potevo toccare con mano subito i risultati.

DSC_0614 (2)

Poi non sono riuscita più neanche a cucire assiduamente, ma di questo vi ho già parlato e non voglio annoiarvi troppo. Voglio guardare avanti e pensare al futuro, perché sono tornata a creare abiti e a scattare fotografie e sono felice.Ho mille progetti davanti a me, un’esame molto complesso da superare e tante altre sfide, ma voglio continuare ad affrontarle senza perdere di vista le mie passioni come ho fatto. E’ stato un grave errore, da cui ho imparato molto. Mai perdere di vista i propri spazi e le proprie passioni tra gli impegni quotidiani, il lavoro e lo stress.

 DSC_0840c

Cosa ne pensate della mia creazione? Spero vi piaccia. Vi mostro anche qualche foto della giornata, in modo da farvi conoscere anche il mio lato da Fotografa!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Aria di primavera – idee e cartamodelli gratis e non P/E 2016

Buongiorno,

Ormai è il 17 aprile e sento aria di primavera, anche se qui oggi fa freddissimo, tira vento e il cielo è grigio. Non ne posso più dei cupi colori invernali, delle giacche pesanti, del nero, dei maglioni. Quanto meno voglio pensare e cucire primavera, quindi, pronte alla carrellata di cartamodelli e idee per questa stagione?

Gonne

Io amo le gonne (chi mi segue da un po’ se ne sarà accorto hahaha), soprattutto quelle ampie e svasate. Mi sono innamorata di questa gonna di Benetton

E’ un bel modello a pieghe, penso in Piquet di cotone (non l’ho toccata, solo ammirata in vetrina, perchè se entravo poi veniva a casa con me🙂 ). Per replicarlo dovete scegliere un tessuto rigido. Poi potete utilizzare un modello a mezzaruota (come costruirlo ve lo racconto qui ) e realizzare le pieghe per unirlo alla cintura (anzichè la Filsa). Tenetevi un pochino più larghi con la circonferenza vita per avere margine per fare le pieghe.

Parlando di gonne, vi segnalo alcuni cartamodelli free e non:

  • Qui trovate 3 modelli gratis: a me piace il secondo, un modello ampio e morbido.
  • Su Burda ci sono alcuni modelli a pagamento molto carini. Cliccate sull’immagine per aprirli

Abitini

anche gli abitini, magari con stoffa liberty sono favolosi di questa stagione. Poi si sa, da maggio si apre la stagione dei matrimoni e quale miglior occasione per sfoggiare fieramente una creazione fatta da noi? Per gli abiti da cerimonia molte volte non occorre lanciarsi in modelli complicatissimi: basta scegliere la stoffa giusta. Scegliete materiali preziosi come seta, raso, pizzo e un modello che vi faccia sentire a vostro agio. Per impreziosirli poi potete fare un giro su Castelstore: tra passamanerie, perline e colletti gioiello non avete che l’imbarazzo della scelta!

Cattura

 

Se non vi bastano, qui trovate un’altra antologia.

Quindi che aspettate? Io corro a cucire😀

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 3.187 follower